EXPLORE NEW GREAT PHOTOSPOTS AROUND YOU, GET THE IOS APP!

GO TO THE APP STORE

Protected Area of Plemmirio 'Secca del Capo'

Capo Murro di Porco, Italy, Capo Murro di Porco, Italy


Added by: nome user

Spot’s Web & Social Links

Ideal Camera Settings

Difficulty

Medium

Shutter

1/60

Aperture

f/5,6

Lenses

Wideangle (20-35mm)

Flash

no

ISO

100

Tripod

no

Filter

The shallow-water outcrop goes back from 33 meters to 13.
The top flat and as large as a tennis court, is clearly visible from the surface.
Degree of difficulty: Middle for both routes
High (with the air regulator)
Maximum depth: 25 meters - 33 meters
Visibility: High - Media (if there is current to the south)
Interest: Do not miss the Marine Zone A

ITA: La secca ricorda per la sua forma un panettone roccioso che da 33 metri risale a 13. La sommità, piatta e grande quanto un campo da tennis,risulta ben visibile fin dalla superficie.
Grado di difficoltà - Medio per entrambi gli itinerari
Elevato (con alimentazione)
Profondità massima 25 metri - 33 metri
Visibilità Alta - Media (se è presente corrente verso sud)
Interesse - Da non perdere
Zona dell’Area Marina A

On the descent we do not lose contact with the surface, and when you get on top of the rock we head north (side Syracuse), stopping briefly on the edge of the ciliated. Here, surrounded by walls of damselfish, we could see and get close to the learned, barracuda, bream and grouper. Going down along the northern slope, between 18 and 20 meters, we find the burrows shelter groupers. Continuing the descent we arrive on a large rock resting on the sand and on the inclined wall of the cake. Here we can get closer to the larger barracudas, groupers and croakers and observe who take refuge inside the large boulder. According to the maximum depth that we want to achieve or keep on 22-24 meters or cordon off the dry sandy bottom that is 33 meters. In the first case turned a small rocky outcrop we find a long horizontal slit often lairs of groupers and then a cave. To then achieve a funnel that ends in a small ravine about 20 meters. This path, interesting for photographers, is colored by sea daisies, bryozoans, nudibranchs and enriched by the presence of groupers, moray eels and magnose. In the event that we decide to cordon off the dry bottom, we can see huge groupers and moray eels. Passed by a headband of rock rich in colorful scales and finished the sandy bottom we see, amid clouds of bream, some large blocks of rock plates. Among the two largest open a corridor on the left leads to a deep cave shelter groupers, croakers and mostelle. To return to the dry one comes across two old anchors, going up the wall we pass through a saddle (about 20 meters) bordered on the right by a pinnacle, so to find a gully where there is an anchor of the stem is broken. This gully dates back almost to the summit of the oblique dry, and at its end, to a depth of 18-20 meters, there is a deep hole frequented by groupers and big crabs. At this point we can cordon off the top of the reef to end the tour and review on the north side of the learned and barracuda. So we go up along the top of the buoy being careful not to stand back ever. [ITA] Nella discesa non perdiamo il contatto con la cima del gavitello, e una volta giunti sul cappello della secca ci dirigiamo verso nord (versante Siracusa), fermandoci qualche istante sul bordo della cigliata. Qui, immersi in muri di castagnole, potremmo vedere ed avvicinarci a dotti, barracuda, saraghi e cernie. Scendendo lungo il versante nord, tra i 18 e 20 metri, troviamo delle tane ricche di colori che spesso sono rifugio di magnose e cernie. Continuando la discesa arriviamo su un grosso masso poggiato sulla sabbia e inclinato sulla parete del panettone. Qui possiamo avvicinarci ai barracuda più grossi, ed osservare cernie e corvine che si rifugiano all’interno del grosso masso. In base alla profondità massima che vogliamo raggiungere possiamo o mantenerci sui 22-24 metri oppure perimetrare la secca sul fondo sabbioso cioè a 33 metri. Nel primo caso girato un piccolo sperone roccioso troviamo una lunga fessura orizzontale spesso tane di cernie e poi una grotta. Per quindi giungere ad un imbuto che termina in un piccolo anfratto a circa 20 metri. Questo percorso, interessante per i fotografi, è colorato da margherite di mare, briozoi, nudibranchi ed impreziosita dalla presenza di cernie, murene e magnose. Nel caso in cui decidiamo di perimetrare la secca sul fondo, possiamo osservare cernie ed enormi murene. Passati da un archetto di roccia ricco di incrostazioni variopinte e finito il fondo sabbioso scorgiamo, tra nuvole di saraghi, alcuni grandi blocchi rocciosi piatti. Tra i due più grandi si apre un corridoio che sulla di sinistra conduce ad una profonda tana riparo di cernie, corvine e mostelle. Per ritornare verso la secca ci si imbatte su due vecchie ancore, risalendo la parete ci passiamo attraverso una sella ( circa 20 metri) delimitata a destra da un pinnacolo, per trovarci quindi su un canalone in cui vi è un’ancora il cui fusto è spezzato. Questo canalone risale obliquo fin quasi il sommo della secca, ed alla sua fine, ad una profondità di 18-20 metri, vi è una profonda tana frequentata da cernie e da grossi gronchi. A questo punto possiamo perimetrare la sommità della secca per concludere il giro ed rivedere sul lato nord i dotti e i barracuda. Quindi risaliamo lungo la cima del gavitello facendo attenzione a non distaccarcene mai.
This is definitely dive exciting and often gives unforgettable encounters, however, should check for current that sometimes makes the dive suitable only for experienced divers. The direction of the current affects not only the location of pelagic fish but also visibility, generally excellent, which is reduced when it directs to the south It is not possible to dive alone, but only if accompanied by an accredited diving. [ITA] La secca è sicuramente un’immersione emozionante e regala spesso incontri indimenticabili, tuttavia è opportuno verificare la presenza di corrente che a volte rende l’immersione adatta solo a subacquei di provata esperienza. Il verso della corrente condiziona non solo la localizzazione del pesce pelagico ma anche la visibilità, in genere ottima, che si riduce quando si direziona verso sud Non è possibile effettuare immersioni da soli , ma solo accompagnati da un diving accreditato.
comments powered by Disqus
Ideal Days:
Ideal Months
  • Jan
  • Feb
  • Mar
  • Apr
  • May
  • Jun
  • Jul
  • Aug
  • Sep
  • Oct
  • Nov
  • Dec
Ideal Seasons
  • Winter
  • Spring
  • Summer
  • Autumn
Ideal Hours Transparent Morning
  • Transparent Visitor center: Ognina Diving Center - Club Sommozzatori Siracusa info@siracusadiving.it aperto Maggio - Settembre

  • Transparent Phone Number: 0039 347 3401740

  • Transparent Opening Hours: Maggio - Settembre

  • Transparent Needs authorisation from authorities or owners: yes

  • Transparent Entrance Fee: 40€ per immersione

  • Transparent Nearest food: Fontane Bianche
  • Transparent Nearest Airport: Catania–Fontanarossa Airport (CTA)
  • Transparent Distance from Public transport: Far away
  • Transparent Parking: yes